Acqua Minerale San Benedetto S.p.a

Galleria Fotografica
Informazioni di contatto
Località:
Viale Kennedy 65 (554,19 km) 30037 Scorzè, Veneto 30037
Numero verde:
Indirizzo Sito Web:
Sede Legale:
Viale Kennedy, 65 - 30037 - Scorzè (VE)
Descrizione

Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. è una azienda italiana con sede a Scorzè (Venezia) e operante nel campo delle bevande analcoliche (soft beverage).
In Italia e all’estero produce e vende acqua minerale oltre che bibite gassate e non gassate.

San Benedetto è azienda leader nelle bevande analcoliche in Italia e ha sei stabilimenti in Italia (a Scorzè, Popoli, Donato, Nepi, Viggianello, Atella), due in Spagna, uno in Polonia, uno in Ungheria. Nel 2019 ha 2.115 dipendenti nel mondo e 44 linee di imbottigliamento in Italia per una capacità produttiva di 46 miliardi di pezzi l’anno.
E’ controllata dalla famiglia di industriali Zoppas (la medesima dell’omonima fabbrica di elettrodomestici).

Condividi questo annuncio su:
Marchi di proprietà

Anno di Fondazione
Totale Dipendenti
2115
Fondatori:
Ermenegildo Scattolin, Bruno Scattolin
Capitale sociale:
€ 2.715.960,00 i.v.
Registro imprese:
Reg. Impr. di VE n. 00593710247
Capitale sociale:
€ 2.715.960,00 i.v.
Partita IVA:
01527840274
Aperto al pubblico
No
Fatturato
778 milioni EUR (2019)
Settori di competenza

ALIMENTARE – Produzione e imbottigliamento di Acque minerali e bevande

Presentazione dell'azienda

Il primo stabilimento per l’imbottigliamento delle acque provenienti dalle fonti San Benedetto e Guizza a Scorzè risale al 1956, fondato dai fratelli Bruno ed Ermenegildo (detto Ilo) Scattolin, proprietari di uno spaccio alimentare e del terreno in cui si trova la fonte. L’azienda prende il nome dall’omonima fonte, famosa sin dai tempi della Repubblica Veneta per essere una fonte della salute. Nel 1959 l’azienda diventa una società per azioni, la famiglia Scattolin mantiene la maggioranza e fa entrare parenti alla lontana con una partecipazione di un terzo: si tratta della famiglia Zoppas, impegnata in quegli anni nel fare sviluppare l’omonima azienda di elettrodomestici di sua proprietà. Augusto Zoppas diventa presidente della società guidata sempre dagli Scattolin.

Nel 1971, quando l’azienda di elettrodomestici è in crisi e il fondatore, Luigi, è scomparso da un anno, la famiglia Zoppas acquisisce la maggioranza della San Benedetto che ha qualche problema finanziario. Enrico Zoppas diventa amministratore delegato e Giuliano De Polo, sposato con la figlia di Augusto Zoppas, presidente. Enrico Zoppas assume anche questa carica nel 2004 dopo la morte di De Polo.

Lo sviluppo
Nel 1984 la società firma un accordo con Cadbury Schweppes International iniziando a produrre e distribuire in Italia l’intera gamma di prodotti Schweppes e, nel 1988, firma un accordo di franchising con PepsiCo per produrre e commercializzare in Italia la gamma di prodotti a marchio Pepsi e Seven Up.

Nel 1995 nasce un nuovo stabilimento a Popoli (Pescara) dove viene imbottigliata l’acqua minerale Guizza Fonte Valle Reale. La società lancia poi sul mercato lo sport drink Energade.

Nel 1997 nasce a Valencia in Spagna la nuova società di San Benedetto per l’imbottigliamento di acqua minerale e bibite a marchio Fuente Primavera. Nello stesso anno viene costituita a Donato (Biella) l’Alpe Guizza S.p.A., che inizia l’imbottigliamento dell’acqua minerale Guizza Fonte Caudana.

All’inizio del 2000, attraverso un accordo di collaborazione paritario tra San Benedetto e Danone, viene costituita in Polonia la società Polska Woda e in Ungheria la Magyarviz Kft, mentre nel 2001 acquisisce il 100% della società Acqua di Nepi S.p.A. (Viterbo) ampliando il proprio portafoglio prodotti con le acque effervescenti naturali.

Nel 2002 chiude un accordo per la produzione e il confezionamento di prodotti Coca Cola per il mercato europeo e l’anno successivo San Benedetto si espande nel mercato spagnolo con l’acquisizione della società Parque la Presa che produce, distribuisce e commercializza acqua minerale.

Nel 2006 Enrico, Gianfranco, Renzo, Maria Teresa, Sara, Federico e Matteo Zoppas raggiungono un accordo per l’acquisto delle quote degli altri membri della famiglia Zoppas in modo da detenere il 100% della Finanziaria San Benedetto a capo del Gruppo Acqua Minerale San Benedetto.

Nel 2010 la San Benedetto acquisisce da Danone il restante 50% delle due aziende attive nella produzione e commercializzazione di acque minerali e bibite in Polonia e Ungheria, diventandone unico azionista. Nel 2014 San Benedetto realizza a Viggianello (PZ) un nuovo stabilimento per l’imbottigliamento dell’acqua minerale San Benedetto dal Parco del Pollino.

Nel 2015 San Benedetto acquisisce la Cutolo Rionero, marchio lucano di acqua effervescente naturale .

Chi siamo - Profilo Aziendale

Da sempre, ci impegniamo per garantire ai consumatori uno standard di qualità elevato e per offrire un miglior servizio, creando un mondo di prodotti accessibili che rispondano alle diverse esigenze di consumo.

Siamo la prima azienda in Italia del Total Beverage: la nostra gamma di produzione e commercializzazione include acque, thè freddo, camomille, acque aromatizzate, bevande a base di frutta, sport drinks, aperitivi, acqua tonica e bibite gassate.

Assicuriamo i massimi livelli di sicurezza alimentare e il continuo miglioramento degli standard qualitativi interni, per l’ottimizzazione dei processi aziendali.

Conosciamo bene la grande responsabilità che abbiamo nei confronti di chi ci sceglie ogni giorno.

Questa fiducia si basa prima di tutto sui valori che abbiamo il piacere di condividere con il consumatore finale, come con ogni partner della distribuzione.

Un grande investimento in ricerca e sviluppo ci ha consentito negli anni di disegnare, progettare e realizzare formati super efficienti e nuovi tappi smart capaci di rispondere alle diverse esigenze dei consumatori.

Le nostre acque minerali sono protette all’origine fino al consumatore e la loro purezza viene certificata da circa 800 controlli quotidiani che vengono effettuati dalla fonte fino al prodotto finito.

Il nostro impegno nei confronti dei consumatori si traduce anche in un ruolo di cultura alle buone pratiche: dai consigli sulla conservazione del prodotto, alla massima trasparenza sulle etichette, fino alla sensibilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali, come lo smaltimento della plastica.

Le nostre attività - Azienda

Da 40 anni ci occupiamo di Sostenibilità Ambientale. E lo facciamo seguendo il principio delle 4R.

La prima “R” sta per Razionalizzazione: noi di San Benedetto investiamo costantemente in ricerca e sviluppo. Questo ci ha permesso di adottare nuovi processi produttivi, nuovi materiali e nuovi metodi.

Uno dei termini ricorrenti nel vocabolario della Sostenibilità Ambientale è Riduzione. Nel nostro caso, riduciamo l’impiego di PET nella realizzazione dei nostri packaging. Le bottiglie che produciamo pesano meno e questo comporta un risparmio energetico effettivo.

Siamo inoltre indirizzati verso un’ottica di Riciclo. Infatti nel nostro ventaglio di prodotti compaiono packaging realizzati con la plastica rigenerata (RPET). In pratica diamo nuova vita alle bottiglie di PET.

La quarta della quattro R è la Responsabilità. Acquistiamo crediti per finanziare progetti di tutela dell’ambiente per compensare le emissioni di CO2 eq in misura pari a quelle generate dai nostri prodotti.

In 5 anni, grazie a questa politica volta alla tutela dell’ambiente, abbiamo ridotto sui prodotti Linea Ecogreen le emissioni di gas di 5.260 t*.
*Dati e informazioni tratti da studio ISO 14067:2018 Systematic Approach – Certificato di verifica CSQA n° 59740, 30/04/2020, produzioni effettuate nei siti di Scorzè, Popoli, Viggianello e Donato. Confronto 2019 vs 2013.

Condividi questo annuncio su: